Gennaio 2013

Per questo Natale, la nostra casa allora è sempre più abitata dalla bellezza dei volti che il Signore ci invita a servire. Il nostro Punto Cuore diventa un vero presepe vivente. Infatti la nostra comunità accoglie ogni giorno molti bambini e amici che sono per noi vere luci. ...

Gilbert, e la sua fidanzata seguono un corso di matrimonio con P. Thibault. Durante gli incontri, entrambi vedevano il nostro modo di accogliere gli amici e di prendere del tempo gratuito con ogniuno. Allora hanno deciso di farci conoscere Moussa, che è un ragazzo che soffre, negli ultimi tempi, di problemi psicologici. La prima volta che Moussa, con Gilbert, è venuto a farci visita è stato durante la despedida di Elisabeth(il 17 novembre scorso); Moussa è entrato proprio al momento della consacrazione. E quando P. Thibault ha alzato l’Eucaristia, e poi il Calice, Moussa è scoppiato in lacrime. Cio’ per noi è stato incredibile; vedere una persona non credente piangere durante la consacrazione non arriva tutti i giorni... Moussa ha poi passato tutto il pomeriggio con noi e poi è ritornato a casa sua. Qualche giorno fà entrambi sono ritornati; le acque a casa erano più tranquille. Allora Moussa ha preso la nostra attenzione e ci ha detto “volevo ringraziarvi per la vostra amicizia, poichè l’altra volta, accogliendomi, mi avete salvato. Non so’ cosa c’era in me, ma non avevo piu’ la voglia di vivere. Non so’ cosa mi ha preso durante la vostra preghiera ma le lacrime mi sono colate involontariamente; Dopo l’incontro con voi, ritornando a casa, mi sono accorto che si era radicata in me una pace. La pace che si respira da voi. Voi mi avete aiutato, e da quella visita, poco a poco mi sono ripreso, ho iniziato a dormire meglio, e di consequenza, c’era in me un equilibrio che avevo perso da tempo. Sono ritornato anche per dirvi cha la vostra attitudine mi ha salvato.”

...

Anche quest’anno P. Thibault ha celebrato la SS. Messa di Natale al Punto Cuore. Come sempre sono stato in grande comunione con tutti voi e ho pensato a ciascuno di voi. Anche se è vero che siamo lontani, la notte Santa per eccellenza ci ha riuniti tutti, più che mai nella fede, la fede che il figlio di Dio, Dio stesso si è fatto carne ed è venuto ad abitare nei nostri cuori.

Dio benedica voi, e le vostre famiglie

Cesare

Se vuoi leggere tutta la lettera di Cesare, diventa suo padrino o madrina!

Portfolio