Riscoprire Giovanni Paolo II...

Quest’anno, siamo invitati a lasciarci educare dalle parole e dall’insegnamento del defunto Papa Giovanni Paolo II: “Ho fatto la proposta a tutti i consacrati di Punto Cuore di prendere di nuovo come maestro questo straordinario Papa e di chiedere il suo aiuto per costruire la civiltà dell’amore. Infatti, siamo sempre più convinti che Giovanni Paolo II ha ancora la chiave per aiutare la nostra povera umanità e farla crescere nella fede, nella speranza e nella carità”.

Le bellissime parole del Santo Padre Benedetto XVI a maggio dello scorso anno, durante la messa di beatificazione del Papa polacco:
Per parte mia ringrazio l’eterno Pastore che mi ha permesso di servire questa grandissima causa nel corso di tutti gli anni del mio pontificato. E qual è questa “causa”? E’ la stessa che Giovanni Paolo II ha enunciato nella sua prima Messa solenne in Piazza San Pietro nel 1978, con le memorabili parole: “Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo!”.

Quello che il precedente Papa chiedeva a tutti, egli stesso lo ha fatto per primo: ha aperto a Cristo la società, la cultura, i sistemi politici ed economici, invertendo con la forza di un gigante – forza che gli veniva da Dio – con una tendenza che poteva sembrare irreversibile.

Con la sua testimonianza di fede, di amore e di coraggio apostolico, accompagnata da una grande carica umana, questo esemplare figlio della Nazione polacca ha aiutato i cristiani di tutto il mondo a non avere paura di dirsi cristiani, di appartenere alla Chiesa e di parlare del Vangelo.

In una parola: ci ha aiutato a non avere paura della verità, perché la verità è garanzia della libertà. Ancora più in sintesi: ci ha ridato la forza di credere in Cristo, perché Cristo è Redemptor hominis, Redentore dell’uomo: tema della sua prima enciclica e il filo conduttore di tutte le altre.