I bambini del doposcuola: Riempiono il mio cuore!

Di Angelarita Fusco, volontaria del doposcuola.

Ho conosciuto il Punto Cuore tre anni fa grazie a Patrick, consacrato laico di Punto Cuore. Ho capito in un baleno, che era speciale. «La grande macchina dell’amicizia» :è l’espressione più giusta che si possa attribuire; un dare e un ricevere continuo. In particolare il loro essere vicino ai più bisognosi, ai più umili, ai più poveri. Sono felice di farne parte nel mio piccolo.

Ogni giorno si tiene il doposcuola che è una delle attività principali che si svolgono al Rosario, mira soprattutto a recuperare tanti bambini dimenticati dalle attenzioni familiari, i volontari diventano così, i loro punti di riferimento.

Le molteplici realtà che ho scoperto sono state occasione di crescita anche per me. Tante situazioni diverse, tante storie che non pensavo potessero esistere. Credo, sia compito di tutti ascoltare la voce dei i bambini, in questo caso quelli del doposcuola; ecco perché mi sono anche impegnata a proporre quest’attività ai miei amici, cercando di renderli più coscienti e quindi più partecipi dei bisogni degli altri. Angelarita con Francesca e Angela

Al doposcuola, si alternano momenti di didattica a momenti di giochi, così da stimolare i bambini allo studio rendendolo meno noioso. Coinvolgendoli in altre attività come il canto, il ballo e molte altre ancora. Nel mio piccolo cerco di aiutare quotidianamente questi bambini con quel poco di conoscenza che sono riuscita ad ottenere durante il mio percorso formativo. La gioia più grande è constatare che l’aiuto è reciproco, nel senso che non sono solo io ad aiutare loro ma sono anche loro ad aiutare me, regalandomi gioie inaspettate con piccoli gesti che riescono a riempirmi il cuore!

Mi resta solo dire grazie Punto Cuore!

Guardare altre foto delle attività del doposcuola =>

Portfolio