Novembre 2012

Il Punto Cuore d’Afragola si ha impegnato ad aiutare le attività che svolgono i bambini accolti nella fazenda. Loro crescono ogni giorno...
Carolina, la responsabile dei bambini al Brasile ci racconta:

Joao Lucas ha trovato il miglior posto!
João Lucas ha troppi problemi a scuola ma è molto bravo in matematica. Nel pomeriggio, Hector, un volontario di El Salvador viene ad aiutarlo per fare i compiti con Rafaela che è nella stessa classe. Inoltre, continua il nuoto e i corsi di cucina nelll’Associazione «Cidade das crianças» due volte alla settimana.





Gabriel
Gabriele è cresciuto molto. Diventa più socievole con le persone della fazenda e fuori. Ha imparato a scrivere il suo nome e gradualmente impara i numeri. A Gabriel piace molto disegnare e colorare: in questo campo ha fatto enormi progressi.





Rafaela nel palo di cera
Raffaella: due volte alla settimana, sono andata nella «Cidade das crianças» dove ho imparato a cucinare e fare il bagno. Ho anche giocato a pallavolo con i miei amici. Qui alla fazenda io gioco con Tete e Bea, le mie due migliori amiche. Mi piace studiare e fare opere d’arte e ho fatto alcune cose con Erica il mese scorso, ma Heitor e Lady ci aiutano anche. A volte guardo un film durante il weekend. Condividiamo anche una bicicletta che mi piace usare.

Vuoi diventare padrino di Raffaela? contattarci tramite e-mail con Maurizio: mmmugno gmail.com


_ Estefany
Stefania ha imparato ad andare in bicicletta, ed è Daniel (7 anni) che le ha insegnato! Ha avuto un po ’di paura, ma lei è così orgogliosa ... passa per ogni casa chiamando tutti in modo che possano assistere alle sue prestazioni!



Beatriz e sua sorella
Beatrice ha molta facilitá per fare i compiti manuali e intellettuali. A volte fa piacere sentire finire le nostre frasi, e rispondere come un adulto in piccola taglia!




Marcos nel palo di cera
Marcos è molto creativo e ama fare le cose con pezzi di recupero, come tappi di plastica, pezzi di legno ... recentemente, ha fatto un rifugio per gli uccelli costruito da un cartone di latte e bottiglie di plastica. Un’altra volta ha anche fatto un binocolo con bobine vecchie, berretti di lana e bottiglie!




Aparecida e suore Josette
Aparecida. Da poco abbiamo notato un amore sempre crescente per il canto e la danza. Ora lei è la prima a lanciare il ritmo di “forros” e di qualche altra musica tradizionale del Brasile. Lei continua ad andare nella scuola speciale che frequenta tre volte alla settimana, le è stata cambiata l’insegnante e gli ci sono voluti un po’ di tempo per abituarsi a questa nuova persona. Come ogni cambiamento, Maria Aparecida ha bisogno di tempo per recuperare la fiducia.




Daniel nella festa di Sao Joao
Daniele è diventato maestro di bicicletta d’Estefany che ha 8 anni. Avreste dovuto vedere in esecuzione dietro di lei, aiutarla a mantenere la bici stabile e correrle dietro ... ma la sua attenzione non gli ha impedito alcune cadute memorabili e qualche piccolo colpo. Ma ogni sforzo ha dato i suoi frutti, perché quando è il turno di Estefany lei fa veramente la brava!





Diego
Diego. Suoi sentimenti e le aspirazioni sono quasi impercettibili, ma per coloro che vivono con lui tutti i giorni, Adriano di Argentina, e Cristino di Francia e il giovane Diego di 13 anni, è possibile percepire le sue gioie e le sue paure. A Molte persone al di fuori e all’interno della Fazenda piace stare con lui.. Ci sono anche i bambini che adorano dopo la Mensa accompagnarlo dalla chiesa a casa spingendo la sua sedia a rotelle. Quasi combattono per questo!



Mateus è impegnato nel lavoro manuale: nel giardinaggio, dove è cresciuto, dove il suo talento è riconosciuto e apprezzato. Ha una bella amicizia con Binhu un muratore che viene spesso nella fazenda: egli si fida di lui e gli permette di imparare gradualmente a lavorare. In questioni giorni è molto motivato dal progetto della Giornata con il Papa in Rio de Janeiro nel mese di luglio 2013. Per questo fa il pane per trovare il denaro per andare a questo incontro.




_ Diego
Diego sta bene nella scuola e riceve buoni voti. Capisce tutto velocemente e sembra essere buono nello studio, anche se non è riuscito l’esame per saltare una classe. Ciò che caratterizza questo momento è il numero di cose che cominciano a fare da solo e di propria iniziativa. Ora ha 14 anni e prende l’iniziativa di pulire la sua stanza e fare il bucato. Si prende cura dei suoi affari senza che noi gli siamo sempre dietro.


Per diventare padrino d’un bambino contattarci tramite e-mail con Mauricio Mugno: mmmugno gmail.com

Portfolio