La visita del Vescovo

In occasione delle cresime avvenute domenica 22 Maggio nella chiesa del SS Rosario di Afragola, abbiamo avuto il piacere di accogliere il Vescovo Ausiliare della diocesi di Napoli.
Un bel momento di comunione e di gioia condiviso con tutta la comunità parrocchiale e del Punto Cuore.
Padre Guglielmo Trillard salutava e dava il benvenuto al vescovo con il seguente discorso:

«Carissimo don Lucio,
per noi è una grande gioia riceverLa. Attraverso lei, è il nostro Signore che accogliamo. Signore che da la vita, che comunica nel suo corpo di Risorto, lo Spirito Santo per rinnovare le nostre esistenze.
Accogliamo anche, attraverso di lei, la figura del Cristo amico, padre, che conosce il suo gregge, ciascuno per nome.
Noi siamo venuti con tutti i nostri bisogni. La chiesa del SS Rosario è bisognosa, non soltanto delle cose materiali, ma soprattutto del proprio Signore, della Sua luce, della Sua pace, del Suo Spirito.
Il popolo a me affidato è cresciuto soprattutto, me lo auguro, nella coscienza di essere bisognoso, di essere mendicante del suo Signore, l’unica verità sicura, l’unica via per entrare già da ora nella vita vera.
Per concludere… i giovani che chiedono la cresima sono stati accompagnati dai loro formatori: Umberto, Toni, Padre Vincenzo, che ringrazio di cuore. Riteniamo che siano pronti a ricevere la Cresima.

Don Lucio Lemmo insieme a Padre Vincenzo e le due catechisti francesi, Olivier e Giancarlo, e tre dei giovani cresimati.

Quest’anno si sono aggiunti a noi alcuni francesi appartenenti alla NATO.
Don Lucio, è difficile essere straniero in terra straniera.
Qui alcune famiglie hanno trovato un porto sicuro per proseguire il loro cammino di fede con noi, accolti dalla bella ospitalità degli afragolesi del SS. Rosario. Sono molto contento di ciò, perché alcuni hanno sulle loro spalle delle dicisioni importanti riguardanti il conflitto con la Libia. Possono trovare qui il focolare di pace necessario.
Ancora una volta la ringrazio della sua disponibilità, insieme anche a padre Paolo, mio fedele aiuto e padre Vincenzo, il diacono Giovanni e tutti i volontari di Punto Cuore.
Le affidiamo quest’assemblea che alla fine, prima di essere nostra, è vostra Eccellenza.»