Il Papa dei giovani!

«Radicati e fondati in Cristo, saldi nella fede» (Col 2,7)

‘Bagno di folla del Papa a Madrid’ annuncia un quotidiano famoso in Italia. Più di un milione e mezzo di giovani da tutto il mondo sono affluiti per l’incontro con il Papa nella Giornata Mondiale della Gioventù a Madrid e più di 5.750 famiglie, scuole e istituzioni hanno accolto con gioia i pellegrini; il Santo Padre ha invitato ognuno a preservarsi con allegria e fedeltà nella scoperta della propria vocazione nella società e nella Chiesa, senza lasciarsi scoraggiare ma anzi affrontare con generosità il cammino scovato.
Riassunto di alcune parole del Santo Padre

• È parte dell’essere giovane desiderare qualcosa di più della quotidianità regolare di un impiego sicuro e sentire l’anelito per ciò che è realmente grande. Si tratta solo di un sogno vuoto che svanisce quando si diventa adulti? No, l’uomo è veramente creato per ciò che è grande, per l’infinito.
(Messaggio del Santo Padre per la XXVI Giornata Mondiale della Gioventù)

• La semina di Dio è sempre silenziosa, non appare nelle statistiche. Il seme che il Signore ha inserito nella terra della GMG, è come con il seme del quale Egli parla nel Vangelo: qualcosa cade sulla strada e si perde; qualcos’altro cade sulla pietra e si perde; qualcosa cade tra i rovi e si perde ancora; ma qualcosa cade sulla terra buona e porta molto frutto. So dalle altre GMG che sono nate tante amicizie, amicizie per la vita; tante nuove esperienze che Dio c’è. E su questa crescita silenziosa noi riponiamo fiducia e siamo sicuri, anche se le statistiche non ne parleranno molto, che il seme del Signore realmente cresce e sarà per moltissime persone l’inizio di un’amicizia con Dio e con altri, di un’universalità di pensiero, di una responsabilità comune che realmente ci mostra che questi giorni portano frutto.
(Intervista concessa dal Santo Padre ai giornalisti durante il volo verso Madrid)

JPEG - 175.2 Kb

• Vi incoraggio caldamente a non perdere mai questa sensibilità e quest’anelito per la verità; a non dimenticare che l’insegnamento non è un’arida comunicazione di contenuti, bensì una formazione dei giovani che dovrete comprendere e ricercare; in essi quali dovete suscitare questa sete di verità che hanno nel profondo e quest’ansia di superarsi. Siate per loro stimolo e forza.
(Incontro con giovani professori universitari)

• La passione di Cristo ci sospinge a caricare sulle nostre spalle la sofferenza del mondo, con la certezza che Dio non è qualcuno di distante o lontano dall’uomo e dalle sue vicissitudini. Cari giovani, che l’amore di Dio per noi aumenti la vostra gioia e vi spinga a rimanere vicini ai meno favoriti.
(Via Crucis)

• La fede va al di là dei semplici dati empirici o storici, ed è capace di cogliere il mistero della persona di Cristo nella sua profondità. Però permettetemi anche che vi ricordi che seguire Gesù nella fede è camminare con Lui nella comunione della Chiesa. Non si può seguire Gesù da soli. Chi cede alla tentazione di andare «per conto suo» o di vivere la fede secondo la mentalità individualista, che predomina nella società, corre il rischio di non incontrare mai Gesù Cristo, o di finire seguendo un’immagine falsa di Lui.
(Omelia della messe alla Base aerea dei Quattro Venti di Madrid)